ORDINE DELLE PRECEDENZE DELLE CARICHE PUBBLICHE NELLE CERIMONIE TERRITORIALI

I NOSTRI ALUNNI

CATEGORIA A

Vicepresidenti ovvero altri rappresentanti ufficiali degli Organi costituzionali 1
Presidente della Giunta regionale e Presidente della
Provincia autonoma di Trento o di Bolzano 2
Presidente del Consiglio regionale e Presidente del Consiglio
provinciale di Trento o di Bolzano 3
Ministri [1] 4
Vice Ministri e Sottosegretari di Stato 5
Membri del Parlamento nazionale e del Parlamento europeo [2] 6
Sindaco [3] 7
Prefetto [4] 8
Presidente della Provincia 9
Presidente della Corte di Appello 10
Vescovo della Diocesi [5] 11

CATEGORIA B

Ambasciatori d’Italia, titolari di rappresentanza diplomatica [6] 12
Vice Presidenti Giunta e Consiglio regionale 13
(Premi Nobel) 14
Assessori regionali 15
Procuratore generale della Repubblica presso la Corte d’Appello 16
Presidente della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura 17
Rettore dell’Università 18
Membri dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale 19
Presidenti dì commissioni consiliari e giunte consiliari regionali 20
Presidenti dei gruppi consiliari regionali 21
Consoli di carriera 22
Presidente del TAR o sua sezione staccata 23
Presidenti della Sezione giurisdizionale regionale e della
Sezione regionale di controllo della Corte dei conti 24
(Scienziati, Umanisti e Artisti di chiarissima fama) 25
Direttori di uffici statali, interregionali e comandanti militari interregionali [7] 26
Avvocato distrettuale dello Stato 27
Presidente del Consiglio comunale 28
Presidente del Consiglio provinciale 29
Cariche statali aventi qualifica o grado corrispondente a Generale di Corpo d’Armata,
purché titolari di incarico a rilevanza esterna [7] [11] 30

CATEGORIA C

Decorati di medaglia d’oro al V.M. e al V.C. 31
Consiglieri regionali 32
Presidenti regionali dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI),
dell’Unione Province d’Italia (UPI) e dell’Unione Nazionale Comuni,
Comunità, Enti Montani (UNCEM) 33
Procuratore regionale della Corte dei conti 34
Presidente della Commissione tributaria regionale 35
Avvocato generale presso la Corte d’Appello 36
Presidente del Tribunale [8 ] 37
Procuratore della Repubblica presso il Tribunale [9] 38
Presidente del Tribunale per i minorenni, Presidente del Tribunale di sorveglianza 39
Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni 40
Questore; Direttori regionali degli Uffici statali,
compresi i Comandanti militari regionali [7] 41
(Segretari regionali dei partiti politici rappresentati nel Consiglio regionale) 42
(Presidente regionale della Associazione Industriali) [10] 43
(Segretari regionali dei sindacati maggiormente rappresentativi in sede regionale) 44
(Industriali di assoluta eminenza a livello nazionale e regionale) 45
Garanti eletti dal Consiglio regionale; Difensore civico regionale 46
Segretari generali della Giunta e del Consiglio regionale 47
Cariche statali aventi qualifica o grado corrispondente a Generale di Divisione,
purché titolari di incarico a rilevanza esterna [7] [11] 48

CATEGORIA D

Direttori generali titolari degli uffici regionali centrali 49
Direttori provinciali degli Uffici statali, compresi i Comandanti
militari provinciali, in sede [7] 50
Presidenti delle Province, fuori sede 51
Sindaci, fuori sede 52
Presidenti degli ordini professionali 53
Consoli onorari 54
Presidente del Magistrato per il Po; Presidente del Tribunale
regionale delle acque pubbliche 55
Presidente della Commissione tributaria provinciale 56
Presidente dell’Autorità portuale, Presidente dell’Autorità di bacino 57
Presidente della Comunità montana 58
Direttore di delegazione della Banca d’Italia 59
Preside di Facoltà universitaria 60
Vice Sindaco; Vice Presidente della Provincia 61
Vice Presidente del Consiglio comunale e
Vice Presidente del Consiglio provinciale 62
Assessori comunali 63
Assessori provinciali 64
Difensore civico comunale e provinciale 65
Segretario generale di Comune Capoluogo e Segretario generale della Provincia 66
Segretario generale della Camera di commercio,
industria, artigianato e agricoltura 67
Cariche statali aventi qualifica o grado corrispondente a Generale di Brigata,
purché titolari di incarico a rilevanza esterna [7] [11] 68
Categoria E
Presidenti delle ASL e delle agenzie regionali 69
Consiglieri comunali 70
Consiglieri provinciali 71
Professori ordinari di Università 72
Segretari comunali 73
Dirigenti direttori degli uffici comunali e provinciali 74
Colonnelli e qualifiche e gradi equiparati [7] [11] 75

Note

[1] In assenza di rappresentante ufficiale del Governo, il Ministro che intervenga in materia di propria competenza precede il Presidente della Giunta regionale.

[2] Secondo i rispettivi incarichi. Gli eletti nel collegio precedono.

[3] Se Sindaco di Comune capoluogo, precede i membri del Parlamento.

[4] Il Prefetto ha sempre la precedenza sui Sindaci di Comuni non capoluogo. In assenza di Ministri e Sottosegretari, ove egli partecipi in quanto delegato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri a rappresentare ufficialmente il Governo, precede il Sindaco del capoluogo e i membri del Parlamento.

[5] La posizione del Vescovo può essere elevata in conformità di consolidate tradizioni locali. Ad esso possono essere equiparati, in eventi particolari, i ministri capi dei maggiori culti riconosciuti. Se Cardinale precede gli appartenenti alla categoria A, senza peraltro assumere la presidenza della cerimonia.

[6] Qualora intervengano a cerimonie che riguardano lo Stato del loro accreditamento.

[7] Le singole cariche prendono posto secondo l’ordine di qualifica o di grado e, a parità, secondo l’ordine dei Ministeri. Per le autorità militari e delle Forze dell’ordine, tra pari grado, ove non nota l’anzianità di grado, il criterio di precedenza è dato per le cariche appartenenti alle Forze Armate dal seguente ordine: Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri; per le cariche appartenenti allo Forze di Polizia dal seguente ordine: Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza, Polizia penitenziaria, Corpo forestale dello Stato, Corpo delle Capitanerie di porto e Corpo nazionale dei Vigili del fuoco. I Direttori o i Comandanti di specialità nell’ambito delle Forze dell’ordine seguono tutti i loro pari grado con competenza generale. Per le cariche appartenenti a Forze che dipendono funzionalmente da più Amministrazioni la natura della loro partecipazione è determinata dalla qualità della cerimonia.

[8] Se nella sede non c’è Corte d’Appello prende posto nella posizione del Presidente della Corte d’Appello.

[9] Se nella sede non c’è Corte d’Appello prende posto nella posizione del Procuratore generale presso la Corte d’Appello.

[10] Ad esso possono essere equiparati i Presidenti delle analoghe Confederazioni maggiormente rappresentative in sede regionale.

[11] Non titolari di carica già inclusa nel presente ordine.